“La sera insegna ad attendere il giorno
che arriva come sempre a chiudere i passaggi della notte”

Franco Battiato

In questi giorni distanti dal mondo, fermi, nelle nostre case, riscaldate dal tiepido sole di primavera, riscopriamo il valore dell’attesa, sospesi tra ciò che è stato e ciò che sarà o dovrà essere. 

È un tempo tormentato, di inquietudine, di speranza, di desiderio, di pazienza, di piacere, di possibile delusione. 

È un volgere l’animo verso ciò che non si possiede, verso un cambiamento. 

In questa stagione, in cui la natura fiorisce e si apre alla bellezza della rinascita, noi attendiamo di incontrarci, di collaborare, di intenderci, di comunicare, di uscire da rigidi schermi impenetrabili e di respirarci. 

Albina Ciarleglio, Docente di Lettere 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *