Un giorno ricorderò tutto il Tempo che ci è stato donato in questo periodo, Tempo per scoprirsi nel profondo, Tempo Privato fatto di ascolto e conoscenza, Tempo dedicato ai nostri veri amori, alle nostre passioni, Tempo per noi stessi.

Ricorderò il diritto all’impresentabilità, al non essere sempre all’altezza nel posto giusto e nel momento giusto. Ricorderò la fatica trasformata in gratitudine, ricorderò un quotidiano fatto di affetti, seppur lontani, ma più sentiti, di emozioni intense belle e brutte, di sintonia con mia figlia, di arte poesia danza racconti fumetti, di tecnologia che ci salva e accorcia le distanze, ma non si potrà mai sostituire al desiderio di un abbraccio vero. Il pensiero più profondo è per tutte le persone che stanno morendo, la cui fine è sacrificio per noi e alla Terra che, ora malata, ha bisogno della nostra cura. 

Valentina Ricciardi, insegnante Scuola Primaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *