Resistere in maniera cosciente,
alle contingenze,
ai rapporti che sembrano aver esaurito la loro potenza
a quelli vicini, ormai troppo vicini
ma anche a quelli lontani, irraggiungibili che fanno stringere il cuore.

La tolleranza è un concetto che avevo dimenticato da quando abito in città,
da quando mi barcameno tra il tutto e il subito,
che come un vecchio dolore alle ossa,
in questi tempi malati si sta facendo sentire
insieme al profumo d’erba,
delle mie colline,
E del forno di mia nonna.

La passività non appartiene a chi è tollerante,
Perché la tolleranza sa godere di tutto pur avendo molto poco.

Roberta Capozucca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *